Mondored

 

Provincia di Savona

 

Tel.: 019 565228  Fax: 019 5600407  email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Direttore scientifico:
Dr. Giovanni Giusto
Direttore:
Dr.ssa Meistro Milena
Direttore Sanitario:
Dr. Dario Nicora
Coordinatrice:
Dr.ssa Sabrina Viglione


La Residenza  per  Disabili MondoRed, si trova nel comune di Millesimo, nella Alta Valle Bormida, in provincia di Savona. La struttura si può raggiungere grazie all'uscita "Millesimo" sull'autostrada Savona Torino A6 la "VerdeMare" .

Arrivando da Genova tramite l'autostrada A10 direzione Ventimiglia, in prossimità di Savona, imboccare la A6 per Torino, la seconda uscita è Millesimo. Arrivando da Ventimiglia tramite l'autostrada A10 direzione Genova, in prossimità di Savona, imboccare la A6 per Torino, la seconda uscita è Millesimo. Arrivando da Torino, percorrendo la A6 Torino Savona, uscire a Millesimo. Una volta usciti dall'autostrada, girare a sinistra e seguire le indicazioni per il Santuario del Deserto percorrendo circa 8 Km.

 

Dove Siamo

Località Santuario Nostra Signora del Deserto 9
17017 Millesimo (SV)
Tel: 019 565228  - Fax: 019 5600407
email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Chi curiamo

La struttura è dedicata a persone disabili adulte con disabilità di natura  fisica più o meno grave, psichica e sensoriale anche associata a disturbi di tipo psichiatrico, che hanno già sperimentato percorsi di cura anche  in comunità terapeutiche psichiatriche.
Durante la giornata si cerca di favorire un clima emotivo che si avvicini il più possibile a quello familiare e che comprende quindi tutti quei gesti che fanno parte della quotidianità della persona (alzarsi, prendersi cura di sé, mangiare insieme ecc.) .
Dopo un ingresso graduale di conoscenza del paziente nel contesto comunitario, attraverso una visita alla struttura, si cerca di coinvolgere anche il nucleo familiare di origine, il servizio sociale di competenza ed eventuali altri servizi e/o figure professionali  ritenute significative nella sua storia di vita.
Un preciso regolamento all’ interno della Comunità definisce i rapporti tra gli operatori ed il paziente, stabilendo una serie  di regole necessarie per garantire un più adeguato percorso di cura.


La Struttura

L'edificio in cui ha sede la  Residenza Mondored è caratterizzato  da un' ampia metratura ed è suddiviso su due piani. Al secondo piano sono ubicate 12 camere doppie, ampi servizi igienici in comune   localizzati  lungo corridoio e sono dotati di tutti i presidi a norma per Disabili. Poco distante dalla zona notte, vi è un ampio salone con grande schermo a parete attrezzato con lettore dvd per le proiezioni di Gruppo .Al primo piano  sono situati una palestra attrezzata, l'ufficio del Coordinatore, l'ufficio degli Educatori, la Direzione Sanitaria, l'Infermeria, 4 aule per laboratori interni  (falegnameria per la piccola manutenzione , laboratorio di informatica, laboratorio per le attività espressive e ludico ricreative, la sala mensa.
La struttura è fornita, inoltre, di uno spazio esterno che, quando il clima lo rende possibile, viene attrezzato in modo tale da consentire  agli operatori di  organizzare grigliate ed altri intrattenimenti all’aperto per gli ospiti.
La Comunità possiede inoltre un mezzo di trasporto utilizzabili per attività riabilitative esterne.


Come accedere

La richiesta di ammissione alla Residenza per Disabili MondoRed, deve essere effettuata dall’ interessato o dai suoi familiari e/o tutori, attraverso la mediazione del Consorzio, dei servizi sociali  e/o il  Servizio di Salute Mentale inviante.
Dopo l’approvazione da parte delle Commissioni di Valutazione delle varie ASL di riferimento e sulla base dei posti disponibili, si procede all’inserimento del paziente  all’interno della struttura.
Prima ancora dell’ inserimento, il medico psichiatra e la psicologa effettuano un incontro con il futuro ospite, i familiari e gli operatori coinvolti, per una valutazione dell’idoneità all’inserimento.
L’accesso presuppone un ingresso graduale di conoscenza del paziente nel contesto comunitario (tramite una visita alla struttura) e parallelamente un coinvolgimento del nucleo familiare d’origine, il servizio sociale di competenza ed eventuali altri servizi e/o figure professionali ritenute significative nella sua storia di vita.
All’interno della Comunità è presente il regolamento che definisce i rapporti tra gli operatori ed il paziente, stabilendo una serie di regole necessarie finalizzate a garantire il più adeguato percorso di cura.